Correttore di bozze online

Ci si imbatte spesso in un concetto curioso: quello di correzione bozze on-line. E viene da chiedersi: che cosa significa?

Ci auguriamo che nessuno abbia pensato di inventare il correttore automatico on-line, come già è stato fatto (con pessimi risultati) per il traduttore automatico… fatta eccezione naturalmente per il cosiddetto “correttore di Word” che tanti danni fa al testo scritto, ma tanti altri probabilmente evita.

In verità crediamo che molti intendano esprimere, con queste parole, l’idea del telelavoro: un correttore di bozze online altro non sarebbe che un freelance, qualcuno che non lavora all’interno di una redazione ma collabora da esterno.

On-line può essere anche un corso per correttore di bozze, una buona idea per avvicinarsi alla professione (ma probabilmente non valida quanto un corso in aula o un master con tirocinio).

Dal punto di vista del cliente, naturalmente, on-line può essere anche il modo di intendere una collaborazione: in effetti un manoscritto o una bozza possono essere inviati tramite Internet, e allo stesso modo restituiti (per esempio se vengono importati in un programma di impaginazione, o scansionati, o semplicemente se le correzioni sono successivamente inserite nel documento Word originale), senza che l’autore o l’editore incontrino mai direttamente il correttore.
In questo caso, però, è sempre possibile entrare in contatto con i correttori di bozze, molto banalmente, tramite uno scambio di e-mail, con il telefono, con skype e sistemi analoghi che consentono persino di guardarsi in faccia, facendo risparmiare tempo e denaro a tutti quanti.

Altro discorso è invece intendere una correzione di bozze on line come un servizio automatizzato: capita di avere questa impressione in particolare quando ci si imbatte nei siti che consentono di pubblicare on line un libro, editing incluso. Verso questo tipo di soluzione, fatte le dovute eccezioni, siamo un po’ scettici: l’impossibilità, nella pratica, di avere un vero e proprio interlocutore e il costo troppo basso perché si possa pensare che venga giustamente retribuito un professionista inducono il sospetto che questa correzione on-line sia fatta in serie, con la stessa cura che una macchina ha per produrre spazzolini da denti: non tutti i libri on line riescono bene, solo che nessuno lo viene a sapere…

Advertisements

3 pensieri su “Correttore di bozze online

  1. … “l’impossibilità, nella pratica, di avere un vero e proprio interlocutore e il costo troppo basso perché si possa pensare che venga giustamente retribuito un professionista induce il sospetto…”

    i soggetti sono due: l’impossibilità e il costo… quindi “inducono il sospetto”…

  2. Giustissima osservazione, grazie, correggo. Tuttavia, il verbo singolare è ammesso quando i due soggetti sono collegati da una congiunzione coordinativa o avversativa. Si tratta di un fenomeno di attrazione, come nel caso della concordanza dell’aggettivo con l’ultimo dei sostantivi in una serie (cfr. G.L. Beccaria, Il mare in un imbuto; P. D’Achille, Sintassi del parlato e tradizione scritta della lingua italiana).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...