Lavorare nell’editoria: il writing coach

Non c’è solo il correttore di bozze. Tanta esperienza, una profonda cultura e una propensione naturale possono essere incanalate in professioni meno note nel mondo dell’editoria; dopo aver parlato dello storyteller ci occuperemo del writing coach, il “coach degli scrittori”.

Secondo Massimiliano Enrico, esponente della categoria, «il coach per scrittori è come l’arredatore d’interni per una nuova casa. Tutti ne avrebbero bisogno, anche se molti ritengono di poterne fare a meno». Massimiliano prosegue nella metafora descrivendo il suo lavoro come quello di un assistente tuttofare che aiuta l’autore che voglia iniziare la sua carriera da professionista come se affiancasse una persona che vuole comprare la sua prima casa, ma non sa da che parte cominciare. Sa dove vuole arrivare, ma non sa come, in quale direzione muoversi, ha bisogno di una guida che lo aiuti a non disperdere le proprie energie.

Per esempio, la sua consulenza può indirizzare lo scrittore a sviluppare la propria professionalità come romanziere o, per esempio, copywriter, ghostwriter, giornalista. Posto che la cultura personale è patrimonio esclusivo dell’autore e non può essere integrata da terzi, certamente il coach potrà essere un utile consigliere in fatto di letture mirate e fonti di approfondimento. Non scontata è la conoscenza del genere al quale l’autore intende dedicarsi: una competenza che si può acquisire un poco alla volta e che può trarre grande beneficio dalle indicazioni di un esperto e appassionato conoscitore. Se lo scrittore – anche affermato – intende applicarsi ad un nuovo genere, ampliare la propria prospettiva o cambiarla completamente ecco che il coach può lavorare di concerto con lui per trovare il percorso di acquisizione delle conoscenze migliore (più breve, più agevole, più classico o più creativo a seconda delle preferenze).

Probabilmente la richiesta più frequente che un coach writer riceve riguarda la difficoltà di organizzazione e pianificazione, in primo luogo nella fase di stesura e revisione: determinare come organizzare il proprio lavoro, impostare la propria procedura, gestire le risorse e i contatti, ottimizzare il tempo e le consegne, evitare o affrontare e superare i blocchi. «Moltissimi scrittori impiegano anni, molti anni, a trovare la propria corretta e funzionale impostazione di lavoro, moltissimi scrittori si lamentano di non riuscire ad essere organizzati e produttivi come vorrebbero. Il coach ha il compito di individuare gli strumenti corretti nel minor tempo possibile, aiutare lo scrittore a trovare un proprio modus operandi e raggiungere una produttività e qualità adeguata alla professione scelta. In altre parole, consiglia gli strumenti migliori per gli obiettivi da raggiungere, aiuta nel creare le più utili abitudini di lavoro e tiene sotto stretta sorveglianza il modo in cui queste nascono e si stabilizzano», dice ancora Massimiliano.

Un mestiere delicato ed estremamente vario, fatto di pazienza, psicologia, apertura mentale e grande disponibilità umana. Un lavoro da inventare e reinventare che, chissà, potrebbe fare al caso di qualcuno di voi. Fateci sapere.

Advertisements

8 pensieri su “Lavorare nell’editoria: il writing coach

  1. Affascinatissima da quanto letto, sarei interessatissima ad addentrarmi in questo mondo, per passione, competenze, studi fatti e come professione. Chiedo condigli. A chi rivolgermi?

  2. Bellissimo. Bellissimo ed utile il blog (per noi sfigati correttori di bozze ed editor) e bellissimo l’articolo.
    Lavoro da un anno in questo campo ed è uno dei più dinamici in cui mi sono trovata, dove non puoi dare mai nulla per scontato.

  3. Ciao! Avrei un dubbio. Mi occupo di recensioni amatoriali su vari siti (non miei) e sono stata contattata da alcuni case editrici che vorrebbero che facessi delle recensioni sui loro libri; mi hanno chiesto le mie tariffe per questo tipo di lavoro. Ora la mia domanda è: ma esistono recensioni a pagamento? Sarò ingenua ma non ne ero a conoscenza. Quale potrebbe essere un costo adeguato a questo tipo di lavoro? Grazie in anticipo!

  4. Anch’io gradirei chiedere consigli a Massimiliano Errico, ma l’ho cercato in Linkedin e non riesco a trovarlo (ce ne sono tanti!). Mi puoi dare qualche indicazione in più? Grazie e a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...