Correzione bozze: i libri gioco

Pensare che la correzione di bozze riguardi soltanto il testo è un errore frequente, ma pericoloso. L’aspetto grafico e strutturale è altrettanto importante e non è “cosa da impaginatori”: verificarne la correttezza rientra nelle competenze e nei doveri del buon redattore.

Nel caso dei libri per bambini (che si tratti di scolastica, parascolastica, narrativa o di altre categorie particolari) la questione si fa particolarmente evidente, dal momento che il legame fra parole e immagini è strettissimo e l’attenzione da dedicare alla struttura e alla “confezione” del testo è massima. Oltre alla finalità ovvia di consegnare un lavoro impeccabile si aggiunge il fatto che i bambini sono estremamente attenti alla logica e alla correttezza delle frasi (anche) in rapporto alla grafica. Chi ha figli sa di cosa stiamo parlando: a nessun bimbo sfuggirà se nel disegno il protagonista porta pantaloni senza le tasche e il narratore dice che si infilò in tasca la chiave di casa. In casi del genere è evidente che non si potrà intervenire sull’immagine, ma sarà necessario adattare il testo mantenendo il medesimo ingombro e un linguaggio coerente con l’insieme.

I cosiddetti “libri gioco” sono l’espressione estrema di questa relazione: la parola scritta si accompagna a puzzle, pop-up, parti staccabili e componibili, combinazioni ludiche per le quali anche la minima incoerenza diventa un potenziale disastro per l’opera.

Ecco un caso curioso in cui, verosimilmente, qualcosa è andato storto. Si tratta di una fiaba distribuita su 20 pagine separate, con il testo sul retro e l’illustrazione sul fronte, che si possono comporre a formare uno scenario predeterminato. Fra le pagine, però, si conta una 18 bis la cui illustrazione non si integra nel puzzle.

Il testo era corretto, ma è stato distribuito nel modo sbagliato? Il testo era troppo lungo e non si è pensato per tempo a ridurlo? Una cartella è saltata nel passaggio fra autore e illustratore?

La collana è graziosa e ben pensata, e non sappiamo cosa sia accaduto né vogliamo giudicare, senza conoscere, il modo in cui il problema sia stato risolto a posteriori. Fatto sta che un lavoro potenzialmente perfetto, senza alcun refuso, in questo modo diventa (specie agli occhi dell’esigentissimo utente che deve comporre il puzzle e non ci si raccapezza) inesorabilmente “difettoso”.

Advertisements

One thought on “Correzione bozze: i libri gioco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...