Lavorare nell’editoria: il writing coach

Non c’è solo il correttore di bozze. Tanta esperienza, una profonda cultura e una propensione naturale possono essere incanalate in professioni meno note nel mondo dell’editoria; dopo aver parlato dello storyteller ci occuperemo del writing coach, il “coach degli scrittori”.Continua a leggere…

Annunci

Sorpresa, il futuro (via Faber blog)

Ecco l’ultimo dei nostri interventi sul Faber blog, grazie a chi ci ha seguiti per questa settimana!

Di domenica, salvo emergenze, non accendo il computer. In questo periodo però, nei ritagli di tempo, mi sto occupando della revisione di un’autobiografia: un signore gentile sull’ottantina ha deciso di raccontare la propria vita per poi far dono del libro ai nipoti. Non aspira alla pubblicazione ufficiale, vuol solo accertarsi che il testo sia corretto e farlo stampare a proprie spese; paradossalmente scrive molto meglio di alcuni aspiranti autori le cui opere prime sono passate sul mio tavolo, tanto che corro il rischio di cadere nella trappola dell’editor principiante: affezionarmi alla lettura e perdere di vista l’obiettivo.Continua a leggere…

Imparare il mestiere (via Faber blog)

Di nuovo, dal Faber blog del Sole 24 Ore…

Uno dei commenti lasciati di recente dai lettori al nostro glossario dei termini tecnici mi è parso illuminante: suggeriva di pubblicare non solo una descrizione ma anche un’immagine d’esempio che illustrasse ciascuna voce del glossario. Sarebbe più che giusto: non credo ci possa essere miglior scuola per diventare correttori che quella di guardare come si fa, affiancando un collega più esperto.Continua a leggere…

Correttore di bozze offresi (via Faber blog)

Per tutta la settimana saremo ospiti del Faber blog del Sole 24 Ore: un post al giorno per parlare di correzione bozze e lavoro nell’editoria. Con il consenso della redazione, che ringraziamo per lo spazio che ci concede, pubblicheremo anche qui i nostri interventi.

Il lunedì mattina la casella di posta è sempre piena di curricula. Continua a leggere…

Come si fa un libro?

Un buon correttore bozze dovrebbe sempre ficcare il naso nel lavoro degli altri. Per capire qual è l’origine e il destino delle pagine che sta correggendo non solo dal punto di vista del testo, del contenuto, ma anche negli aspetti pratici: il preventivo, la carta, il colore, la legatura… Insomma, per sapere come si fa davvero un libro.

Continua a leggere…